Rolls Royce Silver Cloud 1955

Share
La Silver Cloud è stata un’autovettura prodotta dalla casa britannica Rolls-Royce in 3 serie, dall’aprile del 1955 al marzo del 1966. Ha preso il posto della Silver Dawn ed è stata sostituita dalla Silver Shadow. Anche per la Silver Cloud ci fu la condivisione di molte parti meccaniche dei modelli Rolls Royce con la consociata Bentley. Più precisamente, la vettura era molto simile alla Bentley S1, tranne che per la forma del radiatore. Il design era molto diverso dai modelli pre-bellici ed era profondamente ispirato alla Silver Dawn, perlomeno per la prima serie. Questo modello fu prodotto dal 1955 al 1959. La vettura era una berlina lunga 5384 mm. Collegata al modello era la Bentley S1. Il motore era a sei cilindri in linea e aveva una cilindrata di 4887 cc con due carburatori. La trasmissione era automatica. Il telaio era una struttura in acciaio saldato ed aveva una configurazione particolarmente rigida. La costruzione della vettura era ancora divisa tra il telaio in acciaio pressato e la carrozzeria in alluminio (la scocca portante non sarebbe arrivata prima della Rolls-Royce Silver Shadow). I freni erano idraulici assistiti da un servofreno meccanico. Le sospensioni erano sull’avantreno a ruote indipendenti con molle elicoidali, mentre sul retrotreno erano a balestra semiellittica. Il servosterzodiventò optional nel 1956 insieme all’aria condizionata. Fu commercializzata anche una versione allungata di 102 mm. Il 18 gennaio 1956 la vettura fu provata dal periodico The Motor. L’esemplare utilizzato raggiunse la velocità massima di 165.6 km/h. Accelerò da 0 a 97 km/h in 13.5 secondi. La vettura provata nei test consumava 19.5 litri ogni 100 km. Il test costò 5078 sterline tasse incluse.

Guarda il video